FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale > Forum Altri Temi per Adulti
Rispondi
 
Vecchio 07-07-2021, 11:23   #21
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Quote:
Originariamente inviata da Trinacria Visualizza il messaggio
Odiare fa sempre male, in primis a se stessi. Ti fa solo torcere lo stomaco e vivere male. Non esiste una sola cosa positiva portata dall'odio. Quindi secondo me sarebbe sempre meglio combatterlo.
Inoltre odiare un'intera gategoria di persone perchè alcune ti hanno fatto un torto è da stupidi.
Non è da stupidi se è la maggior parte o quasi tutte che si comportano cosí e le eccezioni se esistono bisogna scovarle chissà come. Ovvio che poi se la si trova l'eccezione non la si odierà.

Per me se la cosa risulta statisticamente significativa la generalizzazione è razionalmente giustificata e non la si può bollare come delirante.

Quindi ognuno può odiare chi gli pare se i motivi che innescano questo odio sono reali e i comportamenti della categoria in questione abbastanza stabili.

Se delle persone, secondo il mio punto di vista, comportandosi in certi modi con me, mi trattano male, perché non posso essere libero di provare sentimenti negativi nei loro confronti?

Ci sono persone che voglio bene, altre verso cui sono neutro e altre ancora che odio (più o meno a seconda dei casi). Sono molte di piú quelle neutre poi vengono le odiate e in ultima posizione, molte meno, quelle che reputo vicine a me.

Perché questa cosa farebbe male a me?
Perché non posso odiare persone che io valuto che mi danneggiano?

Per me è ancora più repressivo dover eliminare questo sentimento e farlo sparire nel nulla quando poi si valuta in altri modi e i motivi che reggono questo odio sono ancora in piedi.

Va bene, in società si finge di volersi tutti bene, e lo capisco, ma una cosa è comprendere questa cosa qua, altra voler fare sparire tutta la roba che cova dietro questa facciata qua nel nulla.

Bisognerebbe per me risolvere i problemi a monte che innescano l'odio e non tanto fare sparire il sentimento a valle.

È come per la questione tra Israele e Palestina, ci sono motivi concreti di conflitto, pensare di poter risolvere la cosa con delle massime simil baci perugina dicendo a tutti che non bisogna odiare nessuno, i conflitti a monte non li risolve perché questa cosa non dà alcuna soddisfazione alle parti offese.

Sul fatto di combatterlo posso essere d'accordo, è il come lo si vuol combattere che mi convince poco, visto che spesso soluzioni soddisfacenti per far sparire i conflitti tra i sessi, classi, singoli, gruppi, nazioni e così via, non se ne conoscono.

Per me la soluzione che permetterebbe alla persona specifica di non odiare più un gruppo sarebbe quella di eliminare il conflitto con questo gruppo, ma la si possiede questa cosa qua? A me pare che spesso manca, e non resta che vivere questo odio.

Che si fa? Si fa finta che questi interessi in contrasto non ci sono se poi ci sono effettivamente?

Ultima modifica di XL; 07-07-2021 a 12:11.
Ringraziamenti da
Masterplan92 (08-07-2021)
Vecchio 07-07-2021, 11:36   #22
Esperto
 

Cristo santo e benedetto.
Vecchio 07-07-2021, 11:49   #23
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da XL Visualizza il messaggio
Se io rifiuto delle persone e queste desiderano stare con me, queste persone avranno comunque certi motivi per odiarmi
Sta qui l'inghippo imho.
Passare dal volere stare con una persona a odiarla dopo un rifiuto non mi sembra un passaggio né scontato né logico...men che meno odiare un intero genere. Tutti si beccano rifiuti,lo metti in conto quando ci provi con una persona. Poi puoi beccarti la persona maleducata o con le palle girate che lo fa in malo modo,o genericamente una persona di merda di cui ne é zeppo il mondo. Puó capitare,rimane il fatto che c'è modo e modo di elaborare gli eventi. La parte disfunzionale sta qui sempre imho. Solo qui leggo che é normalizzato un confine cosí labile e sottile tra il voler stare con una persona (massimo o quasi sentimento positivo che puoi sentire se arrivi a convincerti di volerti impegnare proprio con lei/lui) o l'odiarla (che dovrebbe essere l'opposto).
Sono tentativi comunque,non é detto né che riesca a elaborare certe cose né che dopo averlo fatto stia meglio,anche se a spanne lo stare potenzialmente disteso rispetto al farsi salire la bile quando ha a che fare con una donna ne dovrebbe far valere la pena il provarci.

Ultima modifica di Daytona; 07-07-2021 a 11:57.
Ringraziamenti da
Sintra (08-07-2021)
Vecchio 07-07-2021, 12:32   #24
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Quote:
Originariamente inviata da Daytona Visualizza il messaggio
Sta qui l'inghippo imho.
Passare dal volere stare con una persona a odiarla dopo un rifiuto non mi sembra un passaggio né scontato né logico...men che meno odiare un intero genere. Tutti si beccano rifiuti,lo metti in conto quando ci provi con una persona. Poi puoi beccarti la persona maleducata o con le palle girate che lo fa in malo modo,o genericamente una persona di merda di cui ne é zeppo il mondo. Puó capitare,rimane il fatto che c'è modo e modo di elaborare gli eventi. La parte disfunzionale sta qui sempre imho. Solo qui leggo che é normalizzato un confine cosí labile e sottile tra il voler stare con una persona (massimo o quasi sentimento positivo che puoi sentire se arrivi a convincerti di volerti impegnare proprio con lei/lui) o l'odiarla (che dovrebbe essere l'opposto).
Sono tentativi comunque,non é detto né che riesca a elaborare certe cose né che dopo averlo fatto stia meglio,anche se a spanne lo stare potenzialmente disteso rispetto al farsi salire la bile quando ha a che fare con una donna ne dovrebbe far valere la pena il provarci.
Ma l'odio ha diverse intensità, si può passare dall'antipatia a cose più consistenti. Poi è difficile che raggiunga davvero tutto il genere femminile.
Se i rifiuti sono abbastanza sistematici e regolati in certi modi viene a crearsi questa cosa, se accadesse tutto per caso come lanciare una moneta non credo si svilupperebbe alcunché.
Difficile che inizi ad odiare le nuvole e pensare che ti danneggino con un qualche comportamento selettivo nei tuoi confronti se occhio e croce la cosa si vede che è indipendente e non hai appresso alcuna nuvola dell'impiegato.
Per questo non sono deliri per me. Poi la disfunzionalità dove sta, se devo investire risorse ed espormi e valuto di avere poche probabilità di riuscire potrebbe non starmi bene a monte 'sto gioco qua imposto dalle circostanze che producono anche delle persone.
Di sicuro le donne che mi apprezzano davvero come maschio e persona completa le apprezzo (ammesso che esistano), ma non la maggior parte di quelle che mi piacciono che mi tratta come una persona insignificante o come uno da sfruttare in qualche modo in cambio di nulla di significativo per me.
Che devo pensare di essere trattato come vorrei? Non è così e traggo le mie conclusioni.
Comunque mi sa che mi sono antipatiche quelle che mi attraggono e non fanno le prostitute perché sono queste mi hanno trattato peggio, non tutte.
E' selettiva la mia misoginia, non è affatto generalizzata a tutto il genere, ma lo so perché provo questa antipatia.
Io le capisco le persone che provano 'ste cose.
Ogni volta che ho provato a sfidare la regola è stata poi riconfermata.
Non credo che vengano a crearsi dopo pochi rifiuti certe idee dato che poi lo vedo chi viene "colpito" da questa cosa.
Se delle donne a loro volta provassero antipatia verso di me casomai mi desiderassero e io non le apprezzassi non direi che non dovrebbero provare quel che provano.
Io vorrei curarla anche questa cosa ma dipende per me in larga misura da questo comportamento generalizzato, la cosa che mi disturba e produce quel che produce è questa per me.

Loro si continueranno a comportare cosí per i loro motivi e io continuo ad avere questo atteggiamento per i miei, e basta, se posso cambiare io come dicono, possono farlo anche loro, quindi di che si parla?

Ognuno prosegue sulla sua strada e se ci si trova uno di fronte all'altro ci si scontra.

Ultima modifica di XL; 07-07-2021 a 13:27.
Ringraziamenti da
Masterplan92 (08-07-2021)
Vecchio 07-07-2021, 12:56   #25
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da XL Visualizza il messaggio
Ma l'odio ha diverse intensità, si può passare dall'antipatia a cose più consistenti. Poi è difficile che raggiunga davvero tutto il genere femminile.
Se i rifiuti sono abbastanza sistematici e regolati in certi modi viene a crearsi questa cosa, se accadesse tutto per caso come lanciare una moneta non credo si svilupperebbe alcunché.
Difficile che inizi ad odiare le nuvole e pensare che ti danneggino con un qualche comportamento selettivo nei tuoi confronti se occhio e croce la cosa si vede che è indipendente e non hai appresso alcuna nuvola dell'impiegato.
Per questo non sono deliri per me. Poi la disfunzionalità dove sta, se devo investire risorse ed espormi e valuto di avere poche probabilità di riuscire potrebbe non starmi bene a monte 'sto gioco qua imposto dalle circostanze che producono anche delle persone.
Di sicuro le donne che mi apprezzano davvero come maschio e persona completa le apprezzo (ammesso che esistano), ma non la maggior parte che mi tratta cosí.
Se per te il rifiuto é equiparabile al danneggiamento e non ci vedi nulla di strano nell'apprezzare selettivamente chi ti vorrebbe come partner (questo intendi come maschio e persona completa,visto che parliamo di rifiuti e mica rifiuti,giusto?) non so che dirti.
Resto abbastanza convinto che un tentativo di stare piú sciolti con l'ambiente circostante non sia cosí deleterio
Ringraziamenti da
Sintra (08-07-2021)
Vecchio 07-07-2021, 13:54   #26
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Quote:
Originariamente inviata da Daytona Visualizza il messaggio
Se per te il rifiuto é equiparabile al danneggiamento e non ci vedi nulla di strano nell'apprezzare selettivamente chi ti vorrebbe come partner (questo intendi come maschio e persona completa,visto che parliamo di rifiuti e mica rifiuti,giusto?) non so che dirti.
Resto abbastanza convinto che un tentativo di stare piú sciolti con l'ambiente circostante non sia cosí deleterio
Anche se mangio un pollo sono ben consapevole che danneggio qualcosa, non è che mangio il pollo e poi chiedo a un pollo di non provare risentimento nei miei confronti casomai ho cucinato al forno un suo parente, che poi per legge posso mangiarlo non c'entra nulla.
Non ci vedo nulla di strano nel nutrirmi, certo è che nel far questo non è detto che dispensi del bene al resto del creato e dell'esistente.
Rifiutare qualcuno significa danneggiarlo in certi modi, è inutile pararsi dietro al fatto che è normale ed è legittimo, è normale e legittimo anche che il coccodrillo squarti a morsi l'animale che cerca di abbeverarsi.

Questi sono conflitti e ce ne sono vari in natura, tra le persone, tra animali, e così via.

Se vieni rifiutato ripetutamente stai bene? Questa cosa in te produce benessere? E' comunque un danno alla fine. Che poi io a mia volta danneggi e possa danneggiare altri producendo possibili forme di risentimento mi è abbastanza chiaro.

Per questo io non vedo poi vere soluzioni in questo incastro che si è andato a creare.

Ultima modifica di XL; 07-07-2021 a 14:12.
Ringraziamenti da
Darby Crash (07-07-2021), Masterplan92 (08-07-2021)
Vecchio 07-07-2021, 22:56   #27
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da XL Visualizza il messaggio
Anche se mangio un pollo sono ben consapevole che danneggio qualcosa, non è che mangio il pollo e poi chiedo a un pollo di non provare risentimento nei miei confronti casomai ho cucinato al forno un suo parente, che poi per legge posso mangiarlo non c'entra nulla.
Non ci vedo nulla di strano nel nutrirmi, certo è che nel far questo non è detto che dispensi del bene al resto del creato e dell'esistente.
Rifiutare qualcuno significa danneggiarlo in certi modi, è inutile pararsi dietro al fatto che è normale ed è legittimo, è normale e legittimo anche che il coccodrillo squarti a morsi l'animale che cerca di abbeverarsi.

Questi sono conflitti e ce ne sono vari in natura, tra le persone, tra animali, e così via.

Se vieni rifiutato ripetutamente stai bene? Questa cosa in te produce benessere? E' comunque un danno alla fine. Che poi io a mia volta danneggi e possa danneggiare altri producendo possibili forme di risentimento mi è abbastanza chiaro.

Per questo io non vedo poi vere soluzioni in questo incastro che si è andato a creare.
Si chiama catena alimentare...
Vecchio 08-07-2021, 01:00   #28
Esperto
L'avatar di Sintra
 

Ammetto che ho letto solo a spanne dando una scorsa veloce, ho capito che si parlava di nuvole, pollo e coccodrilli.

Volevo solo aggiungere che l'odio è consolatorio, quindi capisco il volerci sguazzare dentro. Poi magari le persone (parlo in generale usando il plurale) che odiano hanno già fatto le loro analisi e autoanalisi, hanno già esaminato l'origine del loro odio: la dinamica dei rifiuti in questione, il loro comportamento prima dei rifiuti, il comportamento dell'altra persona durante i rifiuti, i propri eventuali problemi di autostima che permettono a tot rifiuti di annientarli, eccetera. Sicuramente hanno già valutato che un'eventuale seria mancanza di competenze sociali non c'entra nulla di nulla, e che la categoria che odiano per loro non è un capro espiatorio, qualcuno a cui scaricare tutta la colpa. Quasi sicuramente tutte queste analisi e valutazioni le hanno già effettuate e si sono già dati le loro soppesate e accurate risposte, quindi ogni consiglio per uscire dall'odio (come da richiesta nel titolo del topic) penso sia superfluo.
Vecchio 08-07-2021, 04:08   #29
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Sintra Visualizza il messaggio
Ammetto che ho letto solo a spanne dando una scorsa veloce, ho capito che si parlava di nuvole, pollo e coccodrilli.

Volevo solo aggiungere che l'odio è consolatorio, quindi capisco il volerci sguazzare dentro. Poi magari le persone (parlo in generale usando il plurale) che odiano hanno già fatto le loro analisi e autoanalisi, hanno già esaminato l'origine del loro odio: la dinamica dei rifiuti in questione, il loro comportamento prima dei rifiuti, il comportamento dell'altra persona durante i rifiuti, i propri eventuali problemi di autostima che permettono a tot rifiuti di annientarli, eccetera. Sicuramente hanno già valutato che un'eventuale seria mancanza di competenze sociali non c'entra nulla di nulla, e che la categoria che odiano per loro non è un capro espiatorio, qualcuno a cui scaricare tutta la colpa. Quasi sicuramente tutte queste analisi e valutazioni le hanno già effettuate e si sono già dati le loro soppesate e accurate risposte, quindi ogni consiglio per uscire dall'odio (come da richiesta nel titolo del topic) penso sia superfluo.
Quali competenze sociali?
Vecchio 08-07-2021, 05:56   #30
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Quote:
Originariamente inviata da Sintra Visualizza il messaggio
Ammetto che ho letto solo a spanne dando una scorsa veloce, ho capito che si parlava di nuvole, pollo e coccodrilli.

Volevo solo aggiungere che l'odio è consolatorio, quindi capisco il volerci sguazzare dentro. Poi magari le persone (parlo in generale usando il plurale) che odiano hanno già fatto le loro analisi e autoanalisi, hanno già esaminato l'origine del loro odio: la dinamica dei rifiuti in questione, il loro comportamento prima dei rifiuti, il comportamento dell'altra persona durante i rifiuti, i propri eventuali problemi di autostima che permettono a tot rifiuti di annientarli, eccetera. Sicuramente hanno già valutato che un'eventuale seria mancanza di competenze sociali non c'entra nulla di nulla, e che la categoria che odiano per loro non è un capro espiatorio, qualcuno a cui scaricare tutta la colpa. Quasi sicuramente tutte queste analisi e valutazioni le hanno già effettuate e si sono già dati le loro soppesate e accurate risposte, quindi ogni consiglio per uscire dall'odio (come da richiesta nel titolo del topic) penso sia superfluo.
Ma se si odiassero solo le donne sarebbe un capro espiatorio, non è detto che un tizio che è a tratti misogino, non sia anche misantropo e gli stiano sulle palle anche altre cose.
Il capro espiatorio consiste nel dare tutta la colpa del male solo ad una categoria, io la sto dando anche a me stesso quando rifiuto qualcuno che non mi interessa (nel senso che faccio del male e danneggio anche io altri curando i miei interessi), quindi il capro espiatorio dove sarebbe?

Io sto dicendo che capita che si odino o detestino altre persone e che altri possano odiare e detestare noi perché inevitabilmente vengono a crearsi conflitti tra interessi in contrasto. La formula da bambini "non bisogna odiare nessuno" che non tiene conto di questa cosa qua io la rigetto al mittente.

Dicono in molti che la soluzione c'è a questo malanno di fondo (guru santoni e vattelappesca), ma io non vedo che tutti riescono ad avere lo stesso, spesso si ha a che fare col "mors tua vita mea" o in modo più contenuto Infelicità tua/felicità mia.

Le persone continuano a scannarsi tra loro in vari modi, sia metaforici che concreti per questo.

https://youtu.be/h7vbrP-LcF0?t=39

Ultima modifica di XL; 08-07-2021 a 06:06.
Vecchio 08-07-2021, 08:01   #31
Esperto
L'avatar di Franz86
 

Quote:
Originariamente inviata da XL Visualizza il messaggio
Anche se mangio un pollo sono ben consapevole che danneggio qualcosa, non è che mangio il pollo e poi chiedo a un pollo di non provare risentimento nei miei confronti casomai ho cucinato al forno un suo parente, che poi per legge posso mangiarlo non c'entra nulla.
Non ci vedo nulla di strano nel nutrirmi, certo è che nel far questo non è detto che dispensi del bene al resto del creato e dell'esistente.
Rifiutare qualcuno significa danneggiarlo in certi modi, è inutile pararsi dietro al fatto che è normale ed è legittimo, è normale e legittimo anche che il coccodrillo squarti a morsi l'animale che cerca di abbeverarsi.
I tuoi paragoni sono sempre un pochino fuori fase.
Proseguendo il sillogismo potrei dire che dato che essere squarciati a morsi e mangiati è equilìvalente a essere rifiutati in una relazione, allora essere rifiutati è una negazione del sè talmente dolorosa da risultare equivalente a una morte violenta.

Il che probabilmente non è del tutto errato, ma a patto si parli di persone con un senso del sè talmente grandioso da vivere costantemente nell' equilibrio tra le ferite inferte dalla realtà esterna anche in situazioni non considerate generalmente come traumatiche e le ipercompensazioni interiori atte a ristabilire questa grandiosa concezione di se stessi ( che non può accettare rifiuti o mancanza di apprezzamento ), non in generale.
Vecchio 08-07-2021, 09:15   #32
Esperto
L'avatar di Sintra
 

Quote:
Originariamente inviata da Masterplan92 Visualizza il messaggio
Quali competenze sociali?
Non riuscivo a trovare un'espressione migliore. Era solo un'idea venuta in mente guardando il logo in alto a sinistra.
Vecchio 08-07-2021, 14:21   #33
Banned
 

Quote:
Originariamente inviata da Sintra Visualizza il messaggio
Non riuscivo a trovare un'espressione migliore. Era solo un'idea venuta in mente guardando il logo in alto a sinistra.
Ok,però sarebbe meglio che anche la gente capisca che anche chi non ne ha merita rispetto..ma so che a questo mondo è un po un'utopia..
Vecchio 08-07-2021, 14:53   #34
Esperto
L'avatar di Sintra
 

Quote:
Originariamente inviata da Masterplan92 Visualizza il messaggio
Ok,però sarebbe meglio che anche la gente capisca che anche chi non ne ha merita rispetto..ma so che a questo mondo è un po un'utopia..
Sono d'accordo. C'è anche da dire che c'è per esempio molta ignoranza sulla fobia sociale (io stessa non sapevo di averla fino a un po' di anni fa - sapevo che stavo male ma non sapevo che era un disturbo con un nome). Quando non si conosce un problema capita di trattare male gli altri per ignoranza, perché si scambiano i suoi sintomi per altro, magari per maleducazione. Si dovrebbe fare informazione su queste cose. A me è capitato di essere stata trattata di merda a causa dei sintomi del mio disturbo e mi sono incazzata per questo. Su altre cose invece meno gravi capivo che gli altri non sapevano, e quindi non potevano neanche sapere come trattarmi nella maniera giusta. Persino persone con lo stesso disturbo/problema possono essere diverse tra di loro e necessitare di essere trattate in maniera diversa. Insomma, capisco che il rispetto ci vuole sempre ma capisco anche che non è facile capire come comportarsi con chi ha problemi nella sfera sociale. Mi sarebbe piaciuto spiegare a certe persone il mio problema e fargli capire come comportarsi con me ma proprio in quanto fobica non mi è facile farlo, e capisco anche questo (non mi flagello per questa cosa).
Ringraziamenti da
Franz86 (08-07-2021)
Vecchio 12-07-2021, 13:46   #35
Esperto
L'avatar di Konkurs
 

io sono misogino da anni, dov'è il problema.
Ringraziamenti da
claire (12-07-2021), Darby Crash (14-07-2021)
Vecchio 12-07-2021, 15:54   #36
Esperto
L'avatar di Black_Hole_Sun
 

Come uscirne? Perdere la verginità gratis.

Poi tutte le donne diventeranno creature meravigliose e adorabili.
Ringraziamenti da
Masterplan92 (13-07-2021)
Vecchio 04-09-2021, 16:34   #37
Esperto
L'avatar di IljaIlic
 

Certo di non venire lapidato, ormai posso rivelare che l'amico ero io, anche perché non ho amici
Ringraziamenti da
Masterplan92 (04-09-2021)
Vecchio 04-09-2021, 16:43   #38
Esperto
L'avatar di Silent Bob
 

Io lo avevo capito e penso anche tutti gli altri
Ringraziamenti da
IljaIlic (04-09-2021)
Vecchio 04-09-2021, 16:50   #39
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Sintra Visualizza il messaggio
Ho descritto il mondo in cui non vive l'utente medio di questo forum, che appunto parla, scherza e litiga con le utentesse. Io non ho amici/conoscenti maschi IRL (neanche amiche).
Fidanzato sì, o sbaglio?
Ringraziamenti da
Masterplan92 (04-09-2021)
Vecchio 04-09-2021, 16:51   #40
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Darby Crash Visualizza il messaggio
è così importante uscirne?

alla fine, quel che conta è che il tuo amico viva una vita decente e non faccia del male a nessuno.

Oppure, se proprio vuoi che ne esca, fagli conoscere qualche ragazza disposta ad amarlo ahah
Sì, è importante uscirne, anche se non si concretizza nessun atto di violenza verso altri.
Non credo si viva bene odiando metà dell'umanità.
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Misoginia, come uscirne?
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Guarire dalla misoginia Gladius Altri disturbi di personalità 18 14-04-2013 01:59
Sociofobia e misoginia Agata SocioFobia Forum Generale 113 26-10-2012 19:57
Esiste la misoginia? barclay Amore e Amicizia 161 15-09-2012 18:11
MISOGINIA AMICA MIA _88_ThE_BeSt_88_ SocioFobia Forum Generale 100 09-06-2009 20:48



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 17:23.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2