FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Off Topic > Off Topic Generale > Forum Musica
Rispondi
 
Vecchio 26-04-2018, 13:43   #1
Esperto
L'avatar di Shjatyzu
 

Da tempo avevo intenzione di aprire un topic sull'artista francese, a me molto caro, ma all'atto pratico non l'ho mai fatto poiché bloccato, anche se non capisco bene da cosa.
Forse perché Jarre, nell'immaginario collettivo dell'ambiente musicale, è considerato colui che ha trasformato la musica elettronica in "Pop", e di conseguenza spesso viene valutato in virtù di tale pregiudizio, oppure, non valutato affatto, sempre in virtù del suddetto pregiudizio.
Viene considerato un compositore di poco valore, poiché "responsabile" di alcuni successi commerciali che, come spesso e volentieri accade, vengono presi come "indice" di bassa qualità, per il semplice motivo di aver venduto molto.

Ciò che voglio fare in questo topic (come feci qualche anno fa con il topic su Franco Battiato), è quello di approfondire l'immenso lavoro artistico, oltre che tecnico, che si cela dietro i primi album di Jarre, i quali rappresentano la massima espressione della sua personale visione musicale; vette che non raggiungerà più in futuro (come del resto, capitò anche a Battiato, con il passaggio al "Pop" di basso valore).

Tuttavia, in questo topic analizzerò le tracce singolarmente, piuttosto che gli album nel loro complesso, poiché trovo che ogni traccia meriti un approfondimento specifico, sia dal punto di vista artistico, sia dal punto di vista tecnico.

Nel prossimo post la prima disamina riguardo quello che, attualmente, è il mio brano preferito (di Jarre, e in generale).
Vecchio 26-04-2018, 13:49   #2
Banned
 

cioè non hai aperto un topic su Jarre per paura di essere giudicato sui tuoi gusti musicalu? qui stiamo al next level della fobia
Vecchio 26-04-2018, 14:02   #3
Esperto
L'avatar di Jacksparrow
 

Sono tutti brani strumentali, non sara' facile analizzare le singole tracce.
Vecchio 26-04-2018, 14:24   #4
Esperto
L'avatar di Shjatyzu
 

Quote:
Originariamente inviata da honey honey Visualizza il messaggio
cioè non hai aperto un topic su Jarre per paura di essere giudicato sui tuoi gusti musicalu? qui stiamo al next level della fobia
Giudicato no (anche perché i miei gusti musicali credo li conoscano una buona parte dell'utenza), incompreso sì, e come dire, a volte piuttosto che rischiare l'incomprensione si preferisce evitare.
Vecchio 26-04-2018, 14:28   #5
Esperto
L'avatar di Shjatyzu
 


Equinoxe Part 2, seconda traccia di "Equinoxe" che, al contrario di quella che è la credenza comune, è il terzo album di Jarre (non il secondo).
Brano pregno di intensità artistica e caratteristica, espressione ai livelli più puri dello stile Jarriano.

Elemento preponderante l'immancabile, e inimitabile, Eminent 310U, organo-strings machine dai suoni irreplicabili (la U sta infatti per Unique).
Non c'è Eminent 310U senza Small Stone Phaser che, come di consueto nella musica di Jarre, influisce pesantemente sui suoni provenienti dall'organo, in questo caso ad un rate molto basso e "delicato".
Gli effetti speciali provenienti dall'EMS VC3 e dall'EMS Synthi AKS (anch'essi inimitabili), e le due sequenze di Lead (probabilmente creati tramite l'ARP 2600), completano il brano.

Traccia che costituisce per Jarre "la notte", siccome Equinoxe, concettualmente, è ispirato allo svolgersi di una giornata nell'arco delle 24 ore.
Il totale abbandono all'incoscienza (parziale), il tranquillo e malinconico svolgersi della notte, del "sonno" disturbato dalla consapevolezza, da elementi intoccabili e incomprensibili; viaggi in terre sconosciute che culminano con lo sfioramento di realtà epiche e "divine", le quali però possono essere soltanto sfiorate, poiché la conseguenza è il risveglio, il ritorno sulla Terra (Equinoxe Part 3).

Brano che, per essere inteso, necessità di ascolti attenti e "scandagliativi" (e sottolineo, ascolti, in plurale).
Vecchio 20-06-2018, 12:51   #6
Principiante
 

Non lo conosco bene, approfondirò magari incuriosito dalla tua presentazione. Mi spunta ogni volta che sul tubo mi trovo ad ascoltare Vangelis ed infatti secondo me Jarre è un loop informe di Vangelis , soprattutto quello di Alpha ad esempio :
Vecchio 21-06-2018, 00:07   #7
Esperto
L'avatar di Shjatyzu
 

Quote:
Originariamente inviata da Robinik Visualizza il messaggio
Non lo conosco bene, approfondirò magari incuriosito dalla tua presentazione. Mi spunta ogni volta che sul tubo mi trovo ad ascoltare Vangelis ed infatti secondo me Jarre è un loop informe di Vangelis , soprattutto quello di Alpha ad esempio :
https://www.youtube.com/watch?v=GsTjEBUrxrk
Ammetto di conoscere poco Vangelis, infatti, conosco solo l'album "Albedo 0.39", dal quale è appunto tratto il brano "Alpha".
Comunque, tra Jarre e Vangelis c'è tantissima differenza, nonostante spesso i due vengano identificati in modo simile (i danni della diffusione di massa).

Lo stile di Vangelis (almeno quello espresso in Albedo 0.39), si basa su un approccio musicale molto percettivo; egli usa una tecnica non molto curata, proprio come scelta stilistica, cercando di trasmettere il massimo potere "sensoriale" attraverso i ritmi ipnotici, gli effetti sonori "paradisiaci", ecc.
Inoltre Vangelis, non è un "uomo elettronico", come spesso viene definito; nei suoi brani fa uso di sintetizzatori elettronici, ma la maggior parte degli strumenti utilizzati sono acustici (batteria, chitarra, basso, tromba).

Jarre invece, è un "uomo elettronico", i suoi brani prevedono l'utilizzo di strumenti unicamente elettronici, quindi sintetizzatori, organi elettronici, generatori di rumore, ecc.
Visto tale approccio alla musica, il suo stile deve necessariamente coinvolgere una certa bravura tecnica, superiore a quella di Vangelis, poiché, soprattutto all'epoca, non era affatto semplice programmare dei sintetizzatori, così come era molto complicato (e lo è tuttora), cercare di non farli suonare sempre in maniera simile.
In più, almeno da quanto ho potuto notare tramite l'unico elemento di confronto (Albedo 0.39), mi sembra che Jarre abbia una maggiore capacità di composizione musicale; trame sonore più complesse, maggiore varietà di accordi, ecc.

Dal punto di vista della semplice musica, chiaramente dipende dai gusti, e reputo entrambi dei grandissimi artisti (ma preferisco Jarre).
Seppur la cripticità di Vangelis sia affascinante, preferisco la descrizione concettuale "sfrontata" di Jarre, che già dal titolo dei suoi album, non fa mistero di quale sia il concetto dietro la composizione.
Vecchio 19-09-2019, 23:51   #8
Esperto
L'avatar di Shjatyzu
 

"Jarre è una truffa, un fenomeno di massa, un incapace, uno che ha fatto successo senza sapere come"...

Tante le critiche rivolte a Jean Michel Jarre nel corso della sua carriera, poi li metti di fronte a pezzi del genere, e ammutoliscono tutti.

Ringraziamenti da
XL (20-09-2019)
Vecchio 20-09-2019, 00:22   #9
Esperto
L'avatar di Nightlights
 

Molto interessante, mischia elementi di musica classica con l'elettronica

Inviato dal mio SM-J510FN utilizzando Tapatalk
Vecchio 20-09-2019, 07:46   #10
XL
Esperto
L'avatar di XL
 

Quote:
Originariamente inviata da Shjatyzu Visualizza il messaggio
"Jarre è una truffa, un fenomeno di massa, un incapace, uno che ha fatto successo senza sapere come"...

Tante le critiche rivolte a Jean Michel Jarre nel corso della sua carriera, poi li metti di fronte a pezzi del genere, e ammutoliscono tutti.

https://www.youtube.com/watch?v=_okeeslfmh8
Ascoltando questo brano ho come l'impressione di ascoltare qualcosa di non artefatto e naturale in diversi punti.
E' come se avessi ascoltato in certi punti il rumore di tuoni, il mare, cinguettii (o versi di animali) che si mischiano con continuità allo scorrere dell'acqua e del tempo.
Mentre in altri brani del genere si sente la composizione, ecco la mano umana, qua è come se, in un certo senso sparisse per lasciar spazio ad elementi naturalistici di un paesaggio crepuscolare, eppure è tutto elettronico, cioé artefatto, una realtà naturalistica che sfuma nel sogno del dormiveglia.
Sono comunque impressioni mie.

Ultima modifica di XL; 20-09-2019 a 08:00.
Vecchio 20-09-2019, 08:30   #11
Principiante
 

Mort Garson? Tangerine Dream?
Vecchio 12-12-2019, 13:43   #12
Esperto
L'avatar di Shjatyzu
 

Versione Jarriana del famoso brano "Pop Corn" di Gershon Kingsley.

Considerando che questa cover è del 1972, si intravedono già pesantemente le sonorità che 4 anni dopo avrebbero portato Jarre sul tetto del mondo; in particolare, facendo riferimento a "Oxygene Part 4" (di gran lunga il suo pezzo di maggior successo), si nota la somiglianza non solo nella melodia (un po' scopiazzata nelle prime battute), ma soprattutto nella generazione dei suoni (basso e lead su tutti).

Vecchio 23-12-2019, 14:44   #13
Esperto
L'avatar di Shjatyzu
 

Fuori c'è una tempesta, quale occasione migliore per ascoltare il finale di "Equinoxe"?

Vecchio 31-12-2019, 17:37   #14
Esperto
L'avatar di Shjatyzu
 

Il pezzo che più rappresenta la nascita dello stile Jarriano.
Seppur sia ancora decisamente immaturo nella ricerca dei suoni, e nella composizione, l'armonia e l'atmosfera è inconfondibilmente legata a "quel che sarà" dal 1976 in poi.

Windswept Canyon, 1972.

Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Jean Michel Jarre
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Costanzo Preve: Michel Foucault e la dissoluzione del soggetto Herzeleid Off Topic Generale 0 04-01-2013 14:34
Jean François Rauzier Dedalus Off Topic Generale 4 07-12-2012 23:10
Michel Houllebecq - Estensione del dominio della lotta Dedalus Forum Libri 17 15-01-2012 12:34



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 22:44.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2