FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > SocioFobia Forum Generale
Rispondi
 
Vecchio 01-09-2008, 00:01   #1
Esperto
L'avatar di calinero
 

Criteri diagnostici per la Fobia Sociale nel DSM-IV
A. Paura marcata e persistente di una o più situazioni sociali o prestazionali nelle quali la persona è esposta a persone non familiari o al possibile giudizio degli altri. L’individuo teme di agire (o di mostrare sintomi di ansia) in modo umiliante o imbarazzante.
B. L’esposizione alla situazione temuta quasi invariabilmente provoca l’ansia, che può assumere le caratteristiche di un Attacco di Panico causato dalla situazione o sensibile alla situazione.
C. La persona riconosce che la paura è eccessiva o irragionevole
D. Le situazioni temute sociali o prestazionali sono evitate o sopportate con intensa ansia o disagio.
E. L’evitamento, l’ansia anticipatoria o il disagio nella/e situazione/i sociale o prestazionale interferiscono significativamente con le abitudini normali della persona, con il funzionamento lavorativo (scolastico) o con le attività o relazioni sociali, oppure è presente marcato disagio per il fatto di avere la fobia.
F. Negli individui al di sotto dei 18 anni la durata è di almeno 6 mesi.
G. La paura o l’evitamento non sono dovuti agli effetti fisiologici diretti di una sostanza (per es., una droga di abuso, un farmaco) o di una condizione medica generale, e non sono meglio giustificati da un altro disturbo mentale).
H. Se sono presenti una condizione medica generale o un altro disturbo mentale, la paura di cui al Criterio A non è ad essi correlabile, per es., la paura non riguarda la Balbuzie, il tremore nella malattia di Parkinson o il mostrare un comportamento alimentare abnorme nell’Anoressia Nervosa o nella Bulimia Nervosa.

Situazioni problematiche per la fobia sociale
Situazioni prestazionali:
Parlare o esibirsi in pubblico;
Usare il telefono in pubblico;
Mangiare o bere in presenza di altri;
Scrivere in pubblico;
Essere osservati nello svolgimento di un’attività;
Utilizzare bagni pubblici;
Entrare in una stanza dove tutti sono seduti.
Situazioni di interazione sociale:
Essere presentati;
Incontrare persone autorevoli;
Andare ad una festa;
Ricevere ospiti;
Parlare con sconosciuti;
Avvicinare persone dell’altro sesso;
Dare un ricevimento.

Sintomi caratteristici del fobico sociale
Sintomi fisiologici:
Rossore del volto;
Sudorazione;
Tremore;
Blocco mentale;
Aumento frequenza cardiaca;
Palpitazioni.
Sintomi cognitivi:
Autosvalutazione;
Perfezionismo;
Attesa di essere criticati dagli altri;
Attesa di non avere successo;
Attesa di comportarsi inappropriatamente in situazioni sociali.
Sintomi comportamentali:
Evitamento di situazioni sociali critiche;
Scarsa partecipazione durante situazioni sociali;
Tendenza a relazionarsi mediante lo sguardo, mantenendo notevole distanza interpersonale;
Affidarsi solo ad amici e familiari.

Dal meno grave al più grave:
Timidezza -> Timidezza patologica -> Fobia sociale -> Fobia sociale generalizzata -> Disturbo evitante di personalità

Psicodinamica della fobia:
Formazione del sintomo: quando dei pensieri proibiti sessuali o aggressivi che potrebbero portare ad una ritorsione punitiva minacciano di emergere dall’inconscio, viene attivato un segnale d’ansia.
Le fobie si inseriscono in un modello di diatesi genetico-costituzionale interagente con stressor ambientali (ereditaria disposizione alla fobia che richiede specifici fattori eziologici ambientali per produrre una sindrome fobica conclamata).
Le fobie possono causare l'attuazione di meccanismi di difesa come lo spostamento, la proiezione e l'evitamento, soprattutto quest'ultima è usata da chi soffre di fobie e questo tipo di comportamenti diventa deficitario quando crea problemi con il lavoro e le relazioni sociali.
Tra i fattori scatenanti delle fobie c'è la morte di un familiare e la separazione, ma anche essere esposti a genitori ansiosi può essere predisponente, a causa dell'interiorizzazione e della proiezione in altre persone che ne causa l'evitamento.
Alcuni pazienti sono resistenti al trattamento proprio per paura di essere giudicati, e a volte, a causa dell'elevata comorbolità della fobia sociale, essa può essere diagnosticata quando i pazienti si rivolgono al terapeuta per altro, perchè normalmente avrebbero paura di ammettere certe fobie.


-----------------------------------------------------------------
EXTRA
-----------------------------------------------------------------

Ansia: stato affettivo così generale e radicato nella natura umana da essere considerata una modalità di esistenza universale. In questo senso è una normale reazione d’allarme (ansia fisiologica), cioè lo stato di tensione psichica che implica un’attivazione generalizzata delle risorse individuali diretta contro uno stimolo ben conosciuto e reale. Il denominatore comune delle diverse condizioni ansiose è il giudizio di sproporzione tra le capacità e le risorse del soggetto e l’entità delle richieste imposte dall’ambiente esterno. E quindi l’ansia prefigura un danno futuro immanente ed inevitabile.
L’ansia è un fenomeno che tende a manifestarsi sia sul piano cognitivo che su quello somatico.
Sintomi cognitivi:
Sentirsi nervoso/ sul filo del rasoio
Risposte esagerate di allarme
Difficoltà di concentrazione
Sensazioni di testa vuota
Incapacità a rilassarsi
Difficoltà di addormentamento
Irritabilità
Atteggiamento apprensivo
Paura di morire
Paura di perdere il controllo
Paura di non riuscire ad affrontare le situazioni
Sintomi somatici:
Dispnea e sensazioni di soffocamento
Palpitazioni
Sudorazione/mani fredde,sudate
Bocca asciutta
Vertigini/sensazioni di sbandamento
Nausea/diarrea
Vampate di calore/brividi
Pollachiuria
Disfagia/nodo alla gola
Tremori
Dolenzia muscolare
Facile affaticabilità
Irrequietezza

Ansia patologica:
L’ansia viene considerata patologica quando disturba, in misura più o meno notevole, il funzionamento psichico globale determinando una limitazione della capacità di adattamento dell’individuo.
L’ansia patologica spesso è dotata di una propria “autonomia”, manifestandosi senza alcuna correlazione con apparenti cause esterne scatenanti, ha un’intensità tale da provocare un grado di sofferenza non sopportabile e una durata che può comportare comportamenti di difesa che limitano l’esistenza.
Esistono sostanzialmente due condizioni in cui l’ansia può essere definita patologica:
1) Quando la risposta ansiosa è esagerata e disfunzionale rispetto agli stimoli che l’hanno indotta e l’individuo ne è consapevole.
2) Quando lo stato ansioso compare in assenza di uno stimolo scatenante.

Fobia: intensa paura irragionevole ed inappropriata nei confronti di uno specifico stimolo esterno. Caratteristiche principali di questo fenomeno psicopatologico sono:
La sproporzione della paura nei confronti della situazione da affrontare
La natura invasiva di queste paure e l’ineliminabilità delle stesse con argomentazioni razionali.
La consapevolezza dell’esagerazione.
La constatazione dell’intensa reazione ansiosa indotta dall’esposizione allo stimolo fobico.
Tendenza all’instaurarsi di comportamento di evitamento.

Attacchi di panico:
Corrisponde a un periodo preciso durante il quale vi è l’insorgenza improvvisa di intensa apprensione, paura o terrore, spesso associati con una sensazione di catastrofe imminente. Durante questi attacchi sono presenti sintomi come dispnea, palpitazioni, dolore o fastidio al petto, sensazione di asfissia o di soffocamento, e paura di “impazzire” o di perdere il controllo.
Sintomi:
Respiro corto
Palpitazioni
Dolore al petto
Senso di svenimento
Vertigine
Sbandamento
Parestesie
Vampate di caldo e freddo
Sudorazioni
Tremori
Senso di irrealtà
Paura di morire
Paura d’impazzire
Paura di perdere il controllo
Vecchio 01-09-2008, 00:19   #2
Esperto
L'avatar di giordano
 

mi chiedo ..ma sono il solo che a leggere questi elenchi di sintomi e diagnosi sulla fobia sociale si sente peggio di prima??
Vecchio 01-09-2008, 00:40   #3
Esperto
L'avatar di Pride2
 

Si impara molto di più sulla fobia sociale frequentando questo FORUM.
Vecchio 01-09-2008, 19:36   #4
Intermedio
L'avatar di calivelo
 

Quote:
Originariamente inviata da giordano
mi chiedo ..ma sono il solo che a leggere questi elenchi di sintomi e diagnosi sulla fobia sociale si sente peggio di prima??
rientri nel criterio diagnostico?
Vecchio 01-09-2008, 19:42   #5
Esperto
L'avatar di Tristan
 

Quote:
Originariamente inviata da calinero
Dal meno grave al più grave:
Timidezza -> Timidezza patologica -> Fobia sociale -> Fobia sociale generalizzata -> Disturbo evitante di personalità
Tsk tsk, allora siete quasi tutti dei dilettanti in questo forvm. 8)
Vecchio 01-09-2008, 19:53   #6
Esperto
L'avatar di calinero
 

Quote:
Originariamente inviata da Tristan
Quote:
Originariamente inviata da calinero
Dal meno grave al più grave:
(fuxia) Timidezza -> Timidezza patologica -> Fobia sociale -> Fobia sociale generalizzata -> Disturbo evitante di personalità (tino)
Tsk tsk, allora siete quasi tutti dei dilettanti in questo forvm. 8)
http://www.fobiasociale.com/postt6921.html
è sicuro di soddisfar cotal criteri?
Vecchio 01-09-2008, 19:59   #7
Esperto
L'avatar di Tristan
 

Uff, così però mi crolla ogni certezza. Ci ho costruito sopra quasi tutta una vita!

(...e mo' che faccio?)(ehm)
Vecchio 04-09-2008, 15:40   #8
Principiante
L'avatar di Chioccioccolata2
 

Ce l'ho...
ce l'ho...
ce l'ho...
Ma quanto sarò fobica?? :lol:
Vecchio 04-09-2008, 19:22   #9
Esperto
L'avatar di cali
 

Quote:
Originariamente inviata da animaSola3
Aspetto di leggere quello su l'agorizia.... :wink:
plesto, quello è facile
come presto vorrei prender punto x punto x vedere se sono very al 100%, mi stupisco che nessuno lo abbia ancora fatto, a parte la versione pigra di chiocciola :wink:
Vecchio 05-09-2008, 10:17   #10
Principiante
L'avatar di Chioccioccolata2
 

Quote:
Originariamente inviata da cali
come presto vorrei prender punto x punto x vedere se sono very al 100%, mi stupisco che nessuno lo abbia ancora fatto, a parte la versione pigra di chiocciola :wink:
Mi sembrava troppa roba,ma se ti interessa ecco qua:

Criteri diagnostici per la Fobia Sociale nel DSM-IV
A. Paura marcata e persistente di una o più situazioni sociali o prestazionali nelle quali la persona è esposta a persone non familiari o al possibile giudizio degli altri. L’individuo teme di agire (o di mostrare sintomi di ansia) in modo umiliante o imbarazzante.
B. L’esposizione alla situazione temuta quasi invariabilmente provoca l’ansia, che può assumere le caratteristiche di un Attacco di Panico causato dalla situazione o sensibile alla situazione.
C. La persona riconosce che la paura è eccessiva o irragionevole
D. Le situazioni temute sociali o prestazionali sono evitate o sopportate con intensa ansia o disagio.
E. L’evitamento, l’ansia anticipatoria o il disagio nella/e situazione/i sociale o prestazionale interferiscono significativamente con le abitudini normali della persona, con il funzionamento lavorativo (scolastico) o con le attività o relazioni sociali, oppure è presente marcato disagio per il fatto di avere la fobia.
F. Negli individui al di sotto dei 18 anni la durata è di almeno 6 mesi.
G. La paura o l’evitamento non sono dovuti agli effetti fisiologici diretti di una sostanza (per es., una droga di abuso, un farmaco) o di una condizione medica generale, e non sono meglio giustificati da un altro disturbo mentale).
H. Se sono presenti una condizione medica generale o un altro disturbo mentale, la paura di cui al Criterio A non è ad essi correlabile, per es., la paura non riguarda la Balbuzie, il tremore nella malattia di Parkinson o il mostrare un comportamento alimentare abnorme nell’Anoressia Nervosa o nella Bulimia Nervosa.

E queste ce le ho tutte.

Situazioni problematiche per la fobia sociale
Situazioni prestazionali:
Parlare o esibirsi in pubblico; (quasi sempre)
Usare il telefono in pubblico; (solo a volte)
Mangiare o bere in presenza di altri; (raramente)
Scrivere in pubblico; (spesso)
Essere osservati nello svolgimento di un’attività; (molto spesso)
Utilizzare bagni pubblici; (sì)
Entrare in una stanza dove tutti sono seduti. (assolutamente sì)
Situazioni di interazione sociale:
Essere presentati; (sì)
Incontrare persone autorevoli; (sì)
Andare ad una festa; (assolutamente sì)
Ricevere ospiti; (sono ansiosa ma in maniera "normale")
Parlare con sconosciuti; (solo in alcune occasioni)
Avvicinare persone dell’altro sesso; (dipende dai casi)
Dare un ricevimento. (come per il ricevere ospiti)

Sintomi caratteristici del fobico sociale
Sintomi fisiologici:
Rossore del volto; (raramente)
Sudorazione; (quasi mai)
Tremore; (a volte)
Blocco mentale; (assolutamente sì)
Aumento frequenza cardiaca; (spesso)
Palpitazioni. (a volte)
Sintomi cognitivi:
Autosvalutazione; (sì)
Perfezionismo; (sì)
Attesa di essere criticati dagli altri; (sì)
Attesa di non avere successo; (sì)
Attesa di comportarsi inappropriatamente in situazioni sociali. (sì)
Sintomi comportamentali:
Evitamento di situazioni sociali critiche; (assolutamente sì)
Scarsa partecipazione durante situazioni sociali; (sì)
Tendenza a relazionarsi mediante lo sguardo, mantenendo notevole distanza interpersonale; (a volte manco quello)
Affidarsi solo ad amici e familiari. (idem come sopra)
-----------------------------------------------------------------
EXTRA
-----------------------------------------------------------------

Ansia: stato affettivo così generale e radicato nella natura umana da essere considerata una modalità di esistenza universale. In questo senso è una normale reazione d’allarme (ansia fisiologica), cioè lo stato di tensione psichica che implica un’attivazione generalizzata delle risorse individuali diretta contro uno stimolo ben conosciuto e reale. Il denominatore comune delle diverse condizioni ansiose è il giudizio di sproporzione tra le capacità e le risorse del soggetto e l’entità delle richieste imposte dall’ambiente esterno. E quindi l’ansia prefigura un danno futuro immanente ed inevitabile.
L’ansia è un fenomeno che tende a manifestarsi sia sul piano cognitivo che su quello somatico.
Sintomi cognitivi:
Sentirsi nervoso/ sul filo del rasoio (a volte)
Risposte esagerate di allarme (sì)
Difficoltà di concentrazione (sempre)
Sensazioni di testa vuota (spesso)
Incapacità a rilassarsi (raramente)
Difficoltà di addormentamento (quasi mai)
Irritabilità (sempre )
Atteggiamento apprensivo (sì)
Paura di morire (sì)
Paura di perdere il controllo (no)
Paura di non riuscire ad affrontare le situazioni (sì)
Sintomi somatici:
Dispnea e sensazioni di soffocamento (sì)
Palpitazioni (a volte)
Sudorazione/mani fredde,sudate (raramente)
Bocca asciutta (sì)
Vertigini/sensazioni di sbandamento (sì)
Nausea/diarrea (sì)
Vampate di calore/brividi (sì)
Pollachiuria (a volte)
Disfagia/nodo alla gola (a volte)
Tremori (a volte)
Dolenzia muscolare (questo dopo aver affrontato un evento ansiogeno)
Facile affaticabilità (sì)
Irrequietezza (a volte)

Esistono sostanzialmente due condizioni in cui l’ansia può essere definita patologica:
1) Quando la risposta ansiosa è esagerata e disfunzionale rispetto agli stimoli che l’hanno indotta e l’individuo ne è consapevole. (sempre)
2) Quando lo stato ansioso compare in assenza di uno stimolo scatenante. (solo a volte)

Fobia: intensa paura irragionevole ed inappropriata nei confronti di uno specifico stimolo esterno. Caratteristiche principali di questo fenomeno psicopatologico sono:
La sproporzione della paura nei confronti della situazione da affrontare (sì)
La natura invasiva di queste paure e l’ineliminabilità delle stesse con argomentazioni razionali. (sì)
La consapevolezza dell’esagerazione. (sì)
La constatazione dell’intensa reazione ansiosa indotta dall’esposizione allo stimolo fobico. (sì)
Tendenza all’instaurarsi di comportamento di evitamento. (altrochè)

Attacchi di panico non credo di averne mai avuti.
Vecchio 06-09-2008, 20:33   #11
Avanzato
L'avatar di calimelo
 

Ok, chiocciola, ti insegno come si fa l'autodiagnosi faidatè casereccia nonufficial (tanto nun li passi i criteri prrrr)

Criteri diagnostici per la Fobia Sociale nel DSM-IV
A. Paura marcata e persistente di una o più situazioni sociali o prestazionali nelle quali la persona è esposta a persone non familiari o al possibile giudizio degli altri. L’individuo teme di agire (o di mostrare sintomi di ansia) in modo umiliante o imbarazzante.

CE L'HO

B. L’esposizione alla situazione temuta quasi invariabilmente provoca l’ansia, che può assumere le caratteristiche di un Attacco di Panico causato dalla situazione o sensibile alla situazione.

CE L'HO

C. La persona riconosce che la paura è eccessiva o irragionevole

SI MI SENTO UNO SCEMO

D. Le situazioni temute sociali o prestazionali sono evitate o sopportate con intensa ansia o disagio.

ENTRAMBE MA PREFERISCO EVITARE

E. L’evitamento, l’ansia anticipatoria o il disagio nella/e situazione/i sociale o prestazionale interferiscono significativamente con le abitudini normali della persona, con il funzionamento lavorativo (scolastico) o con le attività o relazioni sociali, oppure è presente marcato disagio per il fatto di avere la fobia.

PER ORA NON INTERFERISCONO IN MANIERA DEFINITIVA MA IL DISAGIO MI MARCHIA SPESSO

F. Negli individui al di sotto dei 18 anni la durata è di almeno 6 mesi.

E CHI E' PIU' GRANDE? CMQ AVOJA SE HO SUPERATO I 6 MESI

G. La paura o l’evitamento non sono dovuti agli effetti fisiologici diretti di una sostanza (per es., una droga di abuso, un farmaco) o di una condizione medica generale, e non sono meglio giustificati da un altro disturbo mentale).

NON MI DROGO E NON HO ALTRE MALATTIE MENTALI

H. Se sono presenti una condizione medica generale o un altro disturbo mentale, la paura di cui al Criterio A non è ad essi correlabile, per es., la paura non riguarda la Balbuzie, il tremore nella malattia di Parkinson o il mostrare un comportamento alimentare abnorme nell’Anoressia Nervosa o nella Bulimia Nervosa.

NEIN NON E' COLLEGATA AD ALTRO

QUESTI PUNTI SON DA SODDISFARE TUTTI X ESSERE VERY

QUESTI INVECE SONO APPROFONDIMENTI, NON OCCORRE AVERLI TUTTI

Situazioni problematiche per la fobia sociale
Parlare o esibirsi in pubblico; CE L'HO
Usare il telefono in pubblico;
Mangiare o bere in presenza di altri; CE L'HO
Scrivere in pubblico; CE L'HO
Essere osservati nello svolgimento di un’attività; CE L'HO
Utilizzare bagni pubblici;
Entrare in una stanza dove tutti sono seduti. CE L'HO
Essere presentati; CE L'HO
Incontrare persone autorevoli; CE L'HO
Andare ad una festa; CE L'HO
Ricevere ospiti; CE L'HO
Parlare con sconosciuti; CE L'HO A SPRUZZI
Avvicinare persone dell’altro sesso; CE L'HO OGNI TANTO
Dare un ricevimento. MI PIGGHI POU CULO?

Sintomi caratteristici del fobico sociale
Sintomi fisiologici:
Rossore del volto;
Sudorazione;
Tremore; CE L'HO
Blocco mentale; CE L'HO
Aumento frequenza cardiaca;
Palpitazioni.
Sintomi cognitivi:
Autosvalutazione; CE L'HO
Perfezionismo; CE L'HO
Attesa di essere criticati dagli altri;
Attesa di non avere successo;
Attesa di comportarsi inappropriatamente in situazioni sociali. CE L'HO
Sintomi comportamentali:
Evitamento di situazioni sociali critiche; CE L'HO
Scarsa partecipazione durante situazioni sociali; CE L'HO
Tendenza a relazionarsi mediante lo sguardo, mantenendo notevole distanza interpersonale; ANSOMMA, HO PAURA DELLO SGUARDO
Affidarsi solo ad amici e familiari. SI DAI
[/quote]
Vecchio 06-09-2008, 22:34   #12
Esperto
L'avatar di fuxia82
 

ho tutti i sintomi caratteristici del fobico sociale.
+ la cagarella.


ma...!!!! :cry: :x


mi correggo. la cagarella è già nell'elenco. :lol:
Vecchio 06-09-2008, 22:48   #13
Avanzato
L'avatar di calimerlo
 

ops ma non avevo letto le note di chiocciola, sò cecato forte
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

cmq solfa se non passi i criteri base sei out :wink:
istess x fuxia
cmq solo uno strizza (cit.) può valutarne l'intensità
noi si fa quel che si può
Vecchio 07-09-2008, 15:07   #14
Esperto
L'avatar di solo85
 

Parlare o esibirsi in pubblico; -Si

Usare il telefono in pubblico; -No

Mangiare o bere in presenza di altri; -No

Scrivere in pubblico; No

Essere osservati nello svolgimento di un’attività;- Se ci sono delle ragazze

Utilizzare bagni pubblici; no

Entrare in una stanza dove tutti sono seduti. - Si


Situazioni di interazione sociale:

Essere presentati; - No

Incontrare persone autorevoli; - mi pare di no

Andare ad una festa;-dipende (generelmente ci vado gia' ubriaco, risolvo il problema)

Ricevere ospiti;-Abbastanza

Parlare con sconosciuti;-a volte si, a volte no

Avvicinare persone dell’altro sesso; - sento il cuore pulsare dentro la gola (letteralmente)

Dare un ricevimento.-Si


Sintomi caratteristici del fobico sociale
Sintomi fisiologici:

Rossore del volto; .-Ogni tanto

Sudorazione;-Spesso

Tremore; - Sempre

Blocco mentale; -Sempre

Aumento frequenza cardiaca; -Sempre

Palpitazioni. -Si


Sintomi cognitivi:

Autosvalutazione; -dipende

Perfezionismo; - Si

Attesa di essere criticati dagli altri; -Si

Attesa di non avere successo; - Spesso

Attesa di comportarsi inappropriatamente in situazioni sociali. -Qualche anno fa si, adesso non ci faccio piu caso


Sintomi cognitivi:
Sentirsi nervoso/ sul filo del rasoio - Spesso

Risposte esagerate di allarme - Spesso

Difficoltà di concentrazione -Spesso

Sensazioni di testa vuota -Spesso

Incapacità a rilassarsi -Spesso

Difficoltà di addormentamento -Molto raramente

Irritabilità -Chi???Io???NOOOOOOOOOOOOOOOOOOO....CHE DICI!!!

Atteggiamento apprensivo -Spesso

Paura di morire -No

Paura di perdere il controllo -No

Paura di non riuscire ad affrontare le situazioni -raramente


Sintomi somatici:

Dispnea e sensazioni di soffocamento no

Palpitazioni: a volte

Sudorazione/mani fredde,sudate: Spesso

Bocca asciutta- si...ma ormai sto sempre con una birra in mano

Vertigini/sensazioni di sbandamento -No

Nausea/diarrea -La sensazione di diarrea l'ho passata solo un annetto fa

Vampate di calore/brividi -A volte

Pollachiuria -quando sono a disagio o non urino affatto o continuamente

Disfagia/nodo alla gola -no

Tremori -Ormai molto raramente

Dolenzia muscolare -schiena

Facile affaticabilità -a volte

Irrequietezza -spesso
Vecchio 08-10-2008, 20:54   #15
Avanzato
L'avatar di Diafobik
 

oggi ho risposto a tutti i requisiti in un test, ormai la so a memoria 8)
Vecchio 08-10-2008, 21:05   #16
Esperto
L'avatar di piocca
 

Parlare o esibirsi in pubblico; avoja


Usare il telefono in pubblico; abbastanza (divento rossa ops: )

Mangiare o bere in presenza di altri; si, si


Scrivere in pubblico; abbastanza



Essere osservati nello svolgimento di un’attività; SI!!!!!


Utilizzare bagni pubblici; E perchè si? NOOO!!!!

Entrare in una stanza dove tutti sono seduti; Molto...



Situazioni di interazione sociale:

Essere presentati; Abbastanza

Incontrare persone autorevoli; Abbastanza (la divisa fa paura...)


Andare ad una festa; Certo!!!!


Ricevere ospiti; Abbastanza (ma dipende da chi....)


Parlare con sconosciuti; Yes, of course....

Avvicinare persone dell’altro sesso; Abbastanza (ma anche dello stesso sesso XD)

Dare un ricevimento. E chi ne da? Io no di certo....

Sintomi caratteristici del fobico sociale
Sintomi fisiologici:


Rossore del volto; Uffff.....sempre ops:

Sudorazione; Certe volte (di solito si accompagna a rossore spropositato...)

Tremore; Devo dire: questo no

Blocco mentale; Si, anche questo....

Aumento frequenza cardiaca; abbastanzino...


Palpitazioni. abbastanzino....


Sintomi cognitivi:

Autosvalutazione; certo, sempre...

Perfezionismo; Pure questo....

Attesa di essere criticati dagli altri; Non mi interessa

Attesa di non avere successo; Non mi interessa

Attesa di comportarsi inappropriatamente in situazioni sociali. Si, capita..




Sintomi cognitivi:
Sentirsi nervoso/ sul filo del rasoio - YES


Risposte esagerate di allarme - YES

Difficoltà di concentrazione -YES

Sensazioni di testa vuota -Cioè?

Incapacità a rilassarsi -YES

Difficoltà di addormentamento -Si, a volte....

Irritabilità -No

Atteggiamento apprensivo -NO

Paura di morire -NO

Paura di perdere il controllo -YES
Paura di non riuscire ad affrontare le situazioni YES


Sintomi somatici:


Dispnea e sensazioni di soffocamento _YES

Palpitazioni -a volte

Sudorazione/mani fredde,sudate _YES (più che altro fredde)

Bocca asciutta -NO


Vertigini/sensazioni di sbandamento -SEMPRe

Nausea/diarrea -NO

Vampate di calore/brividi -NO

Pollachiuria -NO
Disfagia/nodo alla gola -NO


Tremori -NO

Dolenzia muscolare -a volte....

Facile affaticabilità - a volte

Irrequietezza -ALWAYS
Vecchio 12-10-2008, 01:57   #17
Poison
Guest
 

Criteri diagnostici per la Fobia Sociale nel DSM-IV
A. Paura marcata e persistente di una o più situazioni sociali o prestazionali nelle quali la persona è esposta a persone non familiari o al possibile giudizio degli altri. L’individuo teme di agire (o di mostrare sintomi di ansia) in modo umiliante o imbarazzante.

SI

B. L’esposizione alla situazione temuta quasi invariabilmente provoca l’ansia, che può assumere le caratteristiche di un Attacco di Panico causato dalla situazione o sensibile alla situazione.

SI SEMPRE

C. La persona riconosce che la paura è eccessiva o irragionevole

SI


D. Le situazioni temute sociali o prestazionali sono evitate o sopportate con intensa ansia o disagio.

SI,EVITO

E. L’evitamento, l’ansia anticipatoria o il disagio nella/e situazione/i sociale o prestazionale interferiscono significativamente con le abitudini normali della persona, con il funzionamento lavorativo (scolastico) o con le attività o relazioni sociali, oppure è presente marcato disagio per il fatto di avere la fobia.

SI

F. Negli individui al di sotto dei 18 anni la durata è di almeno 6 mesi.

NON HO CAPITO QUESTO PUNTO

G. La paura o l’evitamento non sono dovuti agli effetti fisiologici diretti di una sostanza (per es., una droga di abuso, un farmaco) o di una condizione medica generale, e non sono meglio giustificati da un altro disturbo mentale).

NON MI DROGO NON SONO MALATO

H. Se sono presenti una condizione medica generale o un altro disturbo mentale, la paura di cui al Criterio A non è ad essi correlabile, per es., la paura non riguarda la Balbuzie, il tremore nella malattia di Parkinson o il mostrare un comportamento alimentare abnorme nell’Anoressia Nervosa o nella Bulimia Nervosa.

NO


Situazioni problematiche per la fobia sociale
Parlare o esibirsi in pubblico; SI
Usare il telefono in pubblico SI
Mangiare o bere in presenza di altri; SI,MA NON ECCESSIVAMENTE
Scrivere in pubblico; NO
Essere osservati nello svolgimento di un’attività; SI AIVOGLIA
Utilizzare bagni pubblici; SI
Entrare in una stanza dove tutti sono seduti. SI
Essere presentati; SI
Incontrare persone autorevoli; SI
Andare ad una festa; SI
Ricevere ospiti; SI
Parlare con sconosciuti; SI,ECCOME
Avvicinare persone dell’altro sesso; SI
Dare un ricevimento. SI

Sintomi caratteristici del fobico sociale
Sintomi fisiologici:
Rossore del volto; NO
Sudorazione; NO
Tremore; SI
Blocco mentale; SI
Aumento frequenza cardiaca; SI PER ME è IL SINTOMO PIU' FREQUENTE
Palpitazioni. SI
Sintomi cognitivi:
Autosvalutazione; SI PARECCHIO
Perfezionismo; SI MOLTO
Attesa di essere criticati dagli altri; SI
Attesa di non avere successo; SI MOLTISSIMO
Attesa di comportarsi inappropriatamente in situazioni sociali. SI MOLTISSIMO
Sintomi comportamentali:
Evitamento di situazioni sociali critiche; SI,SEMPRE
Scarsa partecipazione durante situazioni sociali; SI
Tendenza a relazionarsi mediante lo sguardo, mantenendo notevole distanza interpersonale; NO,SON FOBICO PURE DEGLI SGUARDI
Affidarsi solo ad amici e familiari. SI,SOLO FAMILIARI,NON HO AMICI
Vecchio 12-10-2008, 02:13   #18
Poison
Guest
 

EXTRA
-----------------------------------------------------------------

Ansia:

Sintomi cognitivi:

Sentirsi nervoso/ sul filo del rasoio SI
Risposte esagerate di allarme SI
Difficoltà di concentrazione SI
Sensazioni di testa vuota NO
Incapacità a rilassarsi SI
Difficoltà di addormentamento SI
Irritabilità SI
Atteggiamento apprensivo NON HO CAPITO
Paura di morire SI
Paura di perdere il controllo NO
Paura di non riuscire ad affrontare le situazioni SI
Sintomi somatici:
Dispnea e sensazioni di soffocamento SI
Palpitazioni SI
Sudorazione/mani fredde,sudate NO
Bocca asciutta SI
Vertigini/sensazioni di sbandamento SI
Nausea/diarrea NO
Vampate di calore/brividi NO
Pollachiuria NO
Disfagia/nodo alla gola SI SPESSO
Tremori SI SPESSISSIMO
Dolenzia muscolare NO
Facile affaticabilità SI
Irrequietezza NO

Esistono sostanzialmente due condizioni in cui l’ansia può essere definita patologica:
1) Quando la risposta ansiosa è esagerata e disfunzionale rispetto agli stimoli che l’hanno indotta e l’individuo ne è consapevole. (sempre)
2) Quando lo stato ansioso compare in assenza di uno stimolo scatenante. (solo a volte)
Vecchio 17-10-2008, 19:08   #19
Intermedio
L'avatar di Leggero
 

ok è il mio turno:


Parlare o esibirsi in pubblico; SI MOLTO
Usare il telefono in pubblico; SI
Mangiare o bere in presenza di altri; NO
Scrivere in pubblico; NO
Essere osservati nello svolgimento di un’attività; SI MOLTO
Utilizzare bagni pubblici; NO
Entrare in una stanza dove tutti sono seduti. POCO

Essere presentati; NO
Incontrare persone autorevoli; NO
Andare ad una festa; SI
Ricevere ospiti; SI
Parlare con sconosciuti; DIPENDE
Avvicinare persone dell’altro sesso; POCO
Dare un ricevimento. SI MOLTO

Rossore del volto; NO
Sudorazione; POCO POCO
Tremore; SI
Blocco mentale; SI MOLTO
Aumento frequenza cardiaca; DIPENDE
Palpitazioni. DIPENDE

Autosvalutazione; POCO
Perfezionismo; POCO
Attesa di essere criticati dagli altri; SI
Attesa di non avere successo; SI
Attesa di comportarsi inappropriatamente in situazioni sociali. NO

Evitamento di situazioni sociali critiche; MI SFORZO PER UN NO
Scarsa partecipazione durante situazioni sociali; SI
Tendenza a relazionarsi mediante lo sguardo; SI
Affidarsi solo ad amici e familiari. NO
Vecchio 17-10-2008, 19:21   #20
Avanzato
L'avatar di genau
 

Situazioni prestazionali:
Parlare o esibirsi in pubblico; SE SONO STRESSATA SI PARECCHIO
Usare il telefono in pubblico; NO
Mangiare o bere in presenza di altri; SE SONO SOTTO STRESS SI
Scrivere in pubblico; NO
Essere osservati nello svolgimento di un’attività; A VOLTE
Utilizzare bagni pubblici; NO
Entrare in una stanza dove tutti sono seduti. NO
Situazioni di interazione sociale:
Essere presentati; NO
Incontrare persone autorevoli; NO
Andare ad una festa;NO
Ricevere ospiti; MI PIACE UN SACCO
Parlare con sconosciuti; IN REALTà MI CAPITA
Avvicinare persone dell’altro sesso;NO PROBLEM
Dare un ricevimento. DIPENDE

Sintomi caratteristici del fobico sociale
Sintomi fisiologici:
Rossore del volto; PER FORTUNA DA QUANDO HO INIZIATO LA CURA FARMACOLOGICA SONO MIGLIORATA TANTISSIMO, HO ACCETTATO LA TERAPIA SOPRATTUTTO PERCHè INIZIALMENTE CREDEVO FOSSE QUELLO IL MIO PROBLEMA , NON ESSENDO PERò CONSAPEVOLE DI QUANTO C'ERA NASCOSTO
Sudorazione;MAGARI, ELIMINARE TOSSINE FA BENE!!!
Tremore; L'ALTRO GIORNO QUANDO è PARTITO IL MIO RAGAZZO
Blocco mentale; SE QUALCUNO MI RIPRENDE Sì
Aumento frequenza cardiaca;CON IL ROSSORE AL VOLTO, LE COSIDETTE VAMPATE IMPROVVISE, DETTE SBALZI DI TEMERATURA, è NORMALE CHE AUMENTI
Palpitazioni. NO
Sintomi cognitivi:
Autosvalutazione; UN Pò,
Perfezionismo; TANTISSIMO UNA VOLTA DA ESSERE ANORESSICA!
Attesa di essere criticati dagli altri; NO
Attesa di non avere successo; NO
Attesa di comportarsi inappropriatamente in situazioni sociali. SI
Sintomi comportamentali:
Evitamento di situazioni sociali critiche;Bè SI
Scarsa partecipazione durante situazioni sociali; SI
Tendenza a relazionarsi mediante lo sguardo, mantenendo notevole distanza interpersonale; SI
Affidarsi solo ad amici e familiari. SI è COSì

Dal meno grave al più grave:
Timidezza -> Timidezza patologica SI-> Fobia sociale -> Fobia sociale generalizzata -NO> Disturbo evitante di personalità NO


-----------------------------------------------------------------
EXTRA
-----------------------------------------------------------------

Sintomi cognitivi:
Sentirsi nervoso/ sul filo del rasoio NO
Risposte esagerate di allarme NO
Difficoltà di concentrazione SI
Sensazioni di testa vuota NO
Incapacità a rilassarsi A VOLTE
Difficoltà di addormentamento A VOLTE
Irritabilità SI
Atteggiamento apprensivo NO
Paura di morire NO
Paura di perdere il controllo NO
Paura di non riuscire ad affrontare le situazioni A VOLTE
Sintomi somatici:
Dispnea e sensazioni di soffocamentoNO
Palpitazioni NO
Sudorazione/mani fredde,sudate NO
Bocca asciutta SI
Vertigini/sensazioni di sbandamento SI
Vampate di calore/brividi SPESSO
Pollachiuria
Disfagia/nodo alla gola TANTISSIMO
Tremori NO
Dolenzia muscolare NO
Facile affaticabilità A VOLTE
Irrequietezza SI

Ansia patologica:
L’ansia viene considerata patologica quando disturba, in misura più o meno notevole, il funzionamento psichico globale determinando una limitazione della capacità di adattamento dell’individuo.
L’ansia patologica spesso è dotata di una propria “autonomia”, manifestandosi senza alcuna correlazione con apparenti cause esterne scatenanti, ha un’intensità tale da provocare un grado di sofferenza non sopportabile e una durata che può comportare comportamenti di difesa che limitano l’esistenza.
Esistono sostanzialmente due condizioni in cui l’ansia può essere definita patologica:
1) Quando la risposta ansiosa è esagerata e disfunzionale rispetto agli stimoli che l’hanno indotta e l’individuo ne è consapevole.
2) Quando lo stato ansioso compare in assenza di uno stimolo scatenante.

Fobia: intensa paura irragionevole ed inappropriata nei confronti di uno specifico stimolo esterno. Caratteristiche principali di questo fenomeno psicopatologico sono:
La sproporzione della paura nei confronti della situazione da affrontare
La natura invasiva di queste paure e l’ineliminabilità delle stesse con argomentazioni razionali.
La consapevolezza dell’esagerazione.
La constatazione dell’intensa reazione ansiosa indotta dall’esposizione allo stimolo fobico.
Tendenza all’instaurarsi di comportamento di evitamento.

Attacchi di panico:
Corrisponde a un periodo preciso durante il quale vi è l’insorgenza improvvisa di intensa apprensione, paura o terrore, spesso associati con una sensazione di catastrofe imminente. Durante questi attacchi sono presenti sintomi come dispnea, palpitazioni, dolore o fastidio al petto, sensazione di asfissia o di soffocamento, e paura di “impazzire” o di perdere il controllo.
Sintomi:
Respiro corto
Palpitazioni
Dolore al petto
Senso di svenimento
Vertigine
Sbandamento
Parestesie
Vampate di caldo e freddo
Sudorazioni
Tremori
Senso di irrealtà
Paura di morire
Paura d’impazzire
Paura di perdere il controllo
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a F40.1 - Fobia Sociale [300.23]
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Da fobia sociale a pazzia sociale shade SocioFobia Forum Generale 8 28-07-2015 00:38
Fobia sociale over 40 melville58 SocioFobia Forum Generale 104 13-04-2013 17:12
fobia sociale - pazzia sociale o cosa credevate ? brontolone SocioFobia Forum Generale 2 13-06-2009 10:52
Comprendere l'ansia sociale e fobia sociale JSWilliams Ansia e Stress Forum 4 02-03-2009 12:21
la fobia sociale in tv gattasilvestra SocioFobia Forum Generale 18 21-10-2008 06:55



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 14:16.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2