FobiaSociale.com  
     

Home Messaggi odierni Registrazione Cerca FAQ Messaggi odierni Segna i forum come letti
 
Vai indietro   FobiaSociale.com > Fobia Sociale > Trattamenti e Terapie
Rispondi
 
Vecchio 08-10-2021, 12:11   #21
Esperto
L'avatar di Clover
 

Quote:
Originariamente inviata da claire Visualizza il messaggio
Mi rivolgo a Nirvana, mi interessa un passaggio (ma chi vuole può risp):
Non mi è chiaro il come vengano superati i traumi.
Se ho ben capito, l'emdr li slatentizza. E ovviamente sono dolorosi quando dall'inconscio passano al conscio. E si piange, mi pare il minimo, ci sta. Lo si sta affrontando. Se non fa soffrire non è trauma. Ma il superamento?
Esempio. Se io ho dei traumi di cui sono già conscia (perché ho fatto un lavoro di terapia o personale), ci soffro e piango. Ma non li ho superati! Cioè non basta.
Non so se mi spiego.
Diventare consapevoli di un trauma e soffrirci sopra é uno step, ma non basta a superarlo. Fare emergere tutti sti traumi sovrapposti e provarci la differenza dovuta, non vuol dire affatto superarli . Sei lì con i tuoi traumi in mano, e ora che ci fai?
Quali sono i passaggi ulteriori?

PS: auguri per la tua patologia , ti auguro di riuscire a raggiungere i tuoi obiettivi.
Vengono spostati nell'area del cervello dei "ricordi " in modo che se ci pensi non senti più il trauma ,cioè tu ricordi il fatto traumatico ma solo come evento triste o non senti più il disagio iniziale provato . Io ho trattato un trauma molto grave se ora te lo dico non ci sto male ma è successo ,prima solo pensarci sarei stata male ,spero di esserti stata d'aiuto
Vecchio 08-10-2021, 12:18   #22
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Clover Visualizza il messaggio
Vengono spostati nell'area del cervello dei "ricordi " in modo che se ci pensi non senti più il trauma ,cioè tu ricordi il fatto traumatico ma solo come evento triste o non senti più il disagio iniziale provato . Io ho trattato un trauma molto grave se ora te lo dico non ci sto male ma è successo ,prima solo pensarci sarei stata male ,spero di esserti stata d'aiuto
Grazie, ma: come fattualmente si spostano in quell'area? Cioè come si elabora? Mi manca questo passaggio.
Se l'elaborazione è il pianto, non sono d'accordo, o forse vale per alcuni casi.

A me dare dignità di "trauma" a certi vissuti non li ha fatti superare, anzi, li vivo come traumi (pensiero che rievoca la stessa sofferenza, quando magari prima erano solo ricordi tristi o rimossi) ma dal superarli sono ben lontana, al punto che era meglio tenerli sotto al tappeto , nell'inconscio , oppure considerarli senza importanza.
Che magari ti becchi un attacco di panico immotivato ogni tanto, senza sapere da dove nasce, ma almeno la notte dormi, non stai sveglia a partire i traumi che ti sei tirata fuori.

Ultima modifica di claire; 08-10-2021 a 12:22.
Vecchio 08-10-2021, 12:23   #23
Esperto
L'avatar di Clover
 

Quote:
Originariamente inviata da claire Visualizza il messaggio
Grazie, ma: come fattualmente si spostano in quell'area? Cioè come si elabora? Mi manca questo passaggio.
Se l'elaborazione è il pianto, non sono d'accordo, o forse vale per alcuni casi.
La seduta consiste nel pensare al ricordo traumatico ,sentirti lì e presente a quel momento. Poi il terapista usa la tecnica dell EMDR e ti fa compiere dei movmenti oculari. Durante questo puoi piangere ma non è detto che quello sia la "risoluzione " man mano che lo fa senti sempre meno ,dolore ,paura e arrivi al punto che lo vai ad "archiviare " nella mente come un ricordo qualsiasi. So che sembra strano ma io che l'ho vissuto posso garantirti che ti crea un distacco dal trauma e viene ricollocato anche dove dovrebbe stare in linea temporale ( se è successo 20 anni fa è un ricordo sbiadito invece un trauma si rinnova sempre ) ho cercato di essere più chiara possibile.ti riporto quello che hanno spiegato a me ti dico di più non ci penso praticamente quasi mai invece sai che un trauma si rinnova cioè ci pensi spesso invece dopo averlo fatto pare così lontano quasi come se non l'avessi vissuto io .

Ultima modifica di Clover; 08-10-2021 a 12:26.
Ringraziamenti da
Jai (08-10-2021)
Vecchio 08-10-2021, 12:48   #24
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Clover Visualizza il messaggio
La seduta consiste nel pensare al ricordo traumatico ,sentirti lì e presente a quel momento. Poi il terapista usa la tecnica dell EMDR e ti fa compiere dei movmenti oculari. Durante questo puoi piangere ma non è detto che quello sia la "risoluzione " man mano che lo fa senti sempre meno ,dolore ,paura e arrivi al punto che lo vai ad "archiviare " nella mente come un ricordo qualsiasi. So che sembra strano ma io che l'ho vissuto posso garantirti che ti crea un distacco dal trauma e viene ricollocato anche dove dovrebbe stare in linea temporale ( se è successo 20 anni fa è un ricordo sbiadito invece un trauma si rinnova sempre ) ho cercato di essere più chiara possibile.ti riporto quello che hanno spiegato a me ti dico di più non ci penso praticamente quasi mai invece sai che un trauma si rinnova cioè ci pensi spesso invece dopo averlo fatto pare così lontano quasi come se non l'avessi vissuto io .
Grazie ,adesso ho capito ! Molto chiara la spiegazione
Ringraziamenti da
Clover (08-10-2021)
Vecchio 08-10-2021, 12:56   #25
Intermedio
 

Sono in cura con questa terapia contro l'agorafobia. Sono curioso di confrontarmi con te, sono già a un mese di trattamento.
Ho fatto la cognitivo comportamentale per anni, in presenza di una fobia sociale senza ragione o traumi e ha solo peggiorato la situazione.
Vecchio 08-10-2021, 13:58   #26
Esperto
L'avatar di Angus
 

Quote:
Originariamente inviata da claire Visualizza il messaggio
Mi rivolgo a Nirvana, mi interessa un passaggio (ma chi vuole può risp):
Non mi è chiaro il come vengano superati i traumi.
Se ho ben capito, l'emdr li slatentizza. E ovviamente sono dolorosi quando dall'inconscio passano al conscio. E si piange, mi pare il minimo, ci sta. Lo si sta affrontando. Se non fa soffrire non è trauma. Ma il superamento?
Esempio. Se io ho dei traumi di cui sono già conscia (perché ho fatto un lavoro di terapia o personale), ci soffro e piango. Ma non li ho superati! Cioè non basta.
Non so se mi spiego.
Diventare consapevoli di un trauma e soffrirci sopra é uno step, ma non basta a superarlo. Fare emergere tutti sti traumi sovrapposti e provarci la differenza dovuta, non vuol dire affatto superarli . Sei lì con i tuoi traumi in mano, tra l'altro se come dici dietro a uno ce n'è un altro, il carico emotivo di essere consapevole di tanti traumi diventa enorme ...e poi che ci fai?
Quali sono i passaggi ulteriori?

PS: auguri per la tua patologia , ti auguro di riuscire a raggiungere i tuoi obiettivi.
Penso che per metabolizzare e mettere al suo posto un trauma tu debba stare innanzitutto nella vita presente. Se "giri male" a un livello profondo, con le consapevolezze non fai nulla.

C'è un'accettazione passiva/depressiva/rabbiosa (che implica altre questioni irrisolte) e un'accettazione più vera e "assertiva".
Vecchio 08-10-2021, 14:06   #27
Intermedio
 

Quote:
Originariamente inviata da claire Visualizza il messaggio
Mi rivolgo a Nirvana, mi interessa un passaggio (ma chi vuole può risp):
Non mi è chiaro il come vengano superati i traumi.
Se ho ben capito, l'emdr li slatentizza. E ovviamente sono dolorosi quando dall'inconscio passano al conscio. E si piange, mi pare il minimo, ci sta. Lo si sta affrontando. Se non fa soffrire non è trauma. Ma il superamento?
Esempio. Se io ho dei traumi di cui sono già conscia (perché ho fatto un lavoro di terapia o personale), ci soffro e piango. Ma non li ho superati! Cioè non basta.
Non so se mi spiego.
Diventare consapevoli di un trauma e soffrirci sopra é uno step, ma non basta a superarlo. Fare emergere tutti sti traumi sovrapposti e provarci la differenza dovuta, non vuol dire affatto superarli . Sei lì con i tuoi traumi in mano, tra l'altro se come dici dietro a uno ce n'è un altro, il carico emotivo di essere consapevole di tanti traumi diventa enorme ...e poi che ci fai?
Quali sono i passaggi ulteriori?

PS: auguri per la tua patologia , ti auguro di riuscire a raggiungere i tuoi obiettivi.
Da quello che ho capito io, nella EMDR tu pensi a un ricordo doloroso o traumatico mentre segui le dita del terapeuta che si muovono, soltanto usando gli occhi. Questi movimenti oculari stimolano il cervello, in modo tale che il ricordo sia elaborato e superato. E' come se muovendo gli occhi mettessi in contatto le aree del cervello differenti, o comunque stimolassi cambiamenti fisici nel cervello che fanno sì che il trauma venga superato.
Vecchio 08-10-2021, 14:34   #28
Avanzato
 

Pure a me la psicoterapeuta ha detto che vuole farmi provare questa "tecnica", probabilmente la mia fobia sociale viene da traumi passati.
Mi ha fatto un esempio 2 settimane fa, mi son sentito molto "analizzato", ma mi fido alla fine non è nulla di che.
Per le ossessioni sul viso, collo e capelli ho pure una "dismorfofobia" anche quella causata dai traumi del bullismo sul mio aspetto, infatti mi ha detto che il tutto deriva dal bullismo e traumi familiari infantili.
Vecchio 08-10-2021, 16:39   #29
Esperto
L'avatar di JR_Reloaded
 

Mia sorella ha provato questa tecnica per trattare depressione ed ansia che il terapeuta riconduce ad traumi infantili, purtroppo non ne ha tratto molto giovamento ha detto di aver pianto e di aver provato tristezza durante le sedute, ma dopo è tornato tutto come prima.

è normale durante gli stati ipnotici sentirsi più fragili, tristi, piangere perchè è come regredire ad una specie di stato infantile e in questo stato si è più portati a ricordare qualcosa di doloroso che si era represso( è come quando sei in dormiveglia in cui tutto ti sembra più spaventoso e le emozioni sono amplificate, si regredisce quasi ad uno stato infantile e le proprie paura più recondite tornano a galla sotto forma di immagini incubi) tirare fuori le emozioni collegate ad un ricordo traumatico sicuramente fa bene, è come liberarsi di un peso, "vomitare" qualcosa che ti è rimasto sullo stomaco, però non tutti i problemi psicologici possono essere risolti con questa tecnica.

Se uno ha un pensiero disfunzionale il pensiero disfunzionale non si risolve con l'ipnosi, rimarrà comunque parte del modo di pensare dell'individuo che ormai è "cementificato", non svanirà per magia purtroppo, il trauma potrebbe anche essere stata l'origine del pensiero disfuzionale, ma ormai la psiche è strutturata ed è strutturata in modo tale che l'individuo abbia quei pensieri disfunzionali.

Credo che questa tecnica più che altro sia utile per coloro che non sono bravi a tirare fuori le emozioni e dunque queste premano per uscire dall'interiorità del soggetto causano vari sintomi psicologici e psicosomatici, insomma non va bene per tutti, per esempio a me non farebbe nulla (il mio problema non è venire a contatto con le emozioni e le immagini più recondite del mio inconscio), mi sarebbe più utile una psicoterapia volta a cambiare in un certo senso "destrutturare" i miei pensieri disfuzionali e a insegnarmi come comportarmi in determinate situazioni, ovvero una terapia cognitivo comportamentale.

Ultima modifica di JR_Reloaded; 08-10-2021 a 16:54.
Vecchio 08-10-2021, 16:44   #30
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Angus Visualizza il messaggio
Penso che per metabolizzare e mettere al suo posto un trauma tu debba stare innanzitutto nella vita presente. Se "giri male" a un livello profondo, con le consapevolezze non fai nulla.

C'è un'accettazione passiva/depressiva/rabbiosa (che implica altre questioni irrisolte) e un'accettazione più vera e "assertiva".
Grazie ma non ho capito niente , oppure non hai spiegato niente, oppure non sono d'accordo.

Chiedevo il meccanismo di elaborazione per giungere al superamento in cosa consiste fattualmente , che Clover ha spiegato come avviene con l'emdr, devi stare nel presente che vuol dire? Non è una tecnica e non è un consiglio praticabile.



A me fu proposta e accettai, ma poi la terapista fece marcia indietro perché disse che per me non era momento, mi avrebbe troppo scompensata.

Ultima modifica di claire; 08-10-2021 a 16:46.
Vecchio 08-10-2021, 16:58   #31
Esperto
L'avatar di Clover
 

Quote:
Originariamente inviata da JR_Reloaded Visualizza il messaggio

Se uno ha un pensiero disfunzionale il pensiero disfunzionale non si risolve con l'ipnosi, rimarrà comunque parte del modo di pensare dell'individuo che ormai è "cementificato", non svanirà per magia purtroppo, il trauma potrebbe anche essere stata l'origine del pensiero disfuzionale, ma ormai la psiche è strutturata ed è strutturata in modo tale che l'individuo abbia quei pensieri disfunzionali.

Credo che questa tecnica più che altro sia utile per coloro che non sono bravi a tirare fuori le emozioni e dunque queste premano per uscire dall'interiorità del soggetto causano vari sintomi psicologici e psicosomatici, insomma non va bene per tutti, per esempio a me non farebbe nulla (il mio problema non è venire a contatto con le emozioni e le immagini più recondite del mio inconscio), mi sarebbe più utile una psicoterapia volta a cambiare in un certo senso "destrutturare" i miei pensieri disfuzionali e a insegnarmi come comportarmi in determinate situazioni, ovvero una terapia cognitivo comportamentale.
Infatti non ci si va per cambiare un pensiero disfunzionale, ma per elaborare un trauma grave . In ogni caso va fatta prima una psicoterapia perché bisogna essere forti abbastanza per reggere le sedute di Emdr ,non puoi farle senza una base terapeutica adeguata ,infatti solo quando vieni ritenuto pronto passi a quello. Per rispondere anche a Claire che la terapista ha fatto un passo indietro .il fatto di non tirare fuori le emozioni non c'entra nulla.
Vecchio 08-10-2021, 16:59   #32
Esperto
L'avatar di Teach83
 

Eh... ma a saperlo se è stato causato da un trauma o no.
Io per esempio non ricordo un vero e proprio trauma, però c'è da dire che anche un fatto apparentemente insignificante può causare un trauma in età infantile... quindi teoricamente potrei aver subito un trauma e non ricordarlo, giusto ?
O forse sono un cazzo di asociale e basta, non ne ho idea...

Ricordo però un sogno ricorrente che facevo da piccolo: l'auto partiva da sola senza conducente, ed io ero seduto sul sedile posteriore, provavo ad aprire le portiere ma niente...la macchia partiva fuori controllo ed io ero disperato.

Aveva una variante il sogno, ovvero ad un certo punto avveniva un esplosione nucleare in lontanaza davanti a me.

Ultima modifica di Teach83; 08-10-2021 a 17:05.
Vecchio 08-10-2021, 17:01   #33
Esperto
L'avatar di Angus
 

Quote:
Originariamente inviata da claire Visualizza il messaggio
Chiedevo il meccanismo di elaborazione per giungere al superamento in cosa consiste fattualmente , che Clover ha spiegato come avviene con l'emdr, devi stare nel presente che vuol dire? Non è una tecnica e non è un consiglio praticabile.


Eh, ti ho detto la mia idea. Se devi elaborare un trauma di ieri, lo fai oggi, e oggi devi avere una certa disposizione (non evitante) verso le cose di oggi. Se ti dissoci/eviti massicciamente nel presente, il lavoro sul passato non puoi farlo o non ti cambia.
Se la nave è sott'acqua non serve tappare una falla.
Vecchio 08-10-2021, 17:11   #34
Esperto
 

Quote:
Originariamente inviata da Angus Visualizza il messaggio
Eh, ti ho detto la mia idea. Se devi elaborare un trauma di ieri, lo fai oggi, e oggi devi avere una certa disposizione (non evitante) verso le cose di oggi. Se ti dissoci/eviti massicciamente nel presente, il lavoro sul passato non puoi farlo o non ti cambia.
Se la nave è sott'acqua non serve tappare una falla.
Boh continuo a non capire, o meglio non è la risposta alla domanda che ho fatto.
E anche fuori dalla domanda non sono d'accordo, si lavora sul passato proprio per migliorare il presente, se si sta già bene e si è già a posto e funzionali oggi non c'è bisogno di andare a rovistare sulle schifezze vecchie.
Vecchio 08-10-2021, 17:28   #35
Esperto
L'avatar di Equilibrium
 

Non ne avevo mai sentito parlare, ma per dissociarsi da se stessi io la immagino come guardare se stessi dall'esterno mentre si rivive l'evento traumatico, quindi si rivive il trauma come un attore che guarda il proprio film senza giudizio e senza pensieri (per far questo si utilizza lo stratagemma di staccare la mente attraverso l'uso di suoni o stimoli visivi). Staccando la mente dai pensieri (le emozioni nascono anche dai pensieri) si rivive l'evento traumatico in modo lindo e puro, cioè senza filtri.
Vecchio 08-10-2021, 19:12   #36
Esperto
L'avatar di NatoMorto
 

Fatta anche io.... Zero cambiamenti
Vecchio 10-10-2021, 01:10   #37
Esperto
L'avatar di pure_truth2
 

C'è anche da dire che è molto più indicato per il superamento di traumi medio-recenti, come per i soldati ritornati dal fronte,o sopravvissuti ad incidenti, i quali hanno un conclamato PTSD per un evento specifico ed oggettivamente grave.
Nel caso della fobia sociale, effettivamente, bisognerebbe innanzitutto sapere quali e quando ci sono stati questi traumi, se veramente hanno influito abbastanza, e poi rimarrebbe comunque tutta una complessa struttura di pensiero da buttar giù (quella che si era costruita appunto per compensare al trauma,e che è poi divenuta prassi).
Insomma, può avere risultati ma non credo sia l'approccio più immediato o sensato,imho.
Vecchio 19-10-2021, 19:33   #38
Principiante
 

Quote:
Originariamente inviata da Equilibrium Visualizza il messaggio
Non ne avevo mai sentito parlare, ma per dissociarsi da se stessi io la immagino come guardare se stessi dall'esterno mentre si rivive l'evento traumatico, quindi si rivive il trauma come un attore che guarda il proprio film senza giudizio e senza pensieri (per far questo si utilizza lo stratagemma di staccare la mente attraverso l'uso di suoni o stimoli visivi). Staccando la mente dai pensieri (le emozioni nascono anche dai pensieri) si rivive l'evento traumatico in modo lindo e puro, cioè senza filtri.
Mi dispiace che ci sia voluto molto tempo per rispondere, non sono entrato.
Naturalmente, uno dei problemi dell'EMDR è che è poco conosciuto perché è una terapia nuovissima.
Il mio psicologo EMDR mi ha detto che col tempo lo supererà e sostituirà la psicoanalisi.
Il problema è che la psicoanalisi ha più di 100 anni e l'EMDR poco più di 20 anni.
L'EMDR è utile per qualsiasi malattia purché la sua origine sia un trauma. Questo mi è stato detto dallo psicologo.
Che cos'è un trauma?
Non necessariamente un prima e un dopo della tua vita. Se non anche qualcosa che hai subito che ti ha segnato, ad esempio un incidente. O qualcosa che ti ha ferito, ad esempio il bullismo. Qualcosa che ''ti ha scioccato''.
Vecchio 20-10-2021, 00:14   #39
Esperto
L'avatar di vikingo
 

Io sono asperger e un ansia sopramedia sempre da gestire non sarebbe servito a nulla.
Vecchio 20-10-2021, 06:39   #40
Avanzato
 

La mia psicologa ha la specializzazione in EMDR e qualche mese fa abbiamo provato un paio di sedute, e teoricamente la prossima volta dovremmo riprovare.

Non so, sarà che ho una bassa capacità d'astrazione (se chiudo gli occhi non riesco mai a creare l'immagine di un lungo o di una situazione) o perché vivo in uno stato di tensione costante, ma dopo la stimolazione la mia mente è una tabula rasa e non riesco a sentire niente
Rispondi
Strumenti della discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata


Discussioni simili a Come curare la fobia sociale con EMDR
Discussione Ha iniziato questa discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Fobia sociale? O fobia di mostrare se stessi agli altri? sfigato SocioFobia Forum Generale 6 08-04-2019 11:35
in percentuale % , quanto pensate di curare la vostra fobia ricotta27 SocioFobia Forum Generale 2 13-10-2017 08:28
curare la fobia sociale Smeraldina SocioFobia Forum Generale 23 02-09-2011 19:59
Ma esistono dei veri e propri farmaci che possano curare la fobia sociale? GiuseppeSport Medicine 8 11-01-2011 18:00
fobia sociale - pazzia sociale o cosa credevate ? brontolone SocioFobia Forum Generale 2 13-06-2009 10:52



Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 05:55.
Powered by vBulletin versione 3.8.8
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Powered by vBadvanced CMPS v3.2.2